dario/ settembre 13, 2018

In Cina, a differenza dell’occidente, il drago è una figura benigna apportatrice di piogge e fertilità dei raccolti oltre a portare fortuna. Sì avete capito bene, piogge perché il drago cinese è legato all’acqua e non al fuoco come da noi. Per questi motivi la figura draghiforme è molto presente nell’arte e nell’architettura cinese. In particolare nella rinomata Città Proibita è presente in modo curioso. Se avrete occasione di girare per i suoi vari edifici, come potete vedere anche nella foto in alto, noterete sui tetti l’immagine di vari piccoli draghi sui tetti in un numero variabile da uno a nove. Questo perché più draghi ci sono sul tetto più vuol dire che l’edificio sottostante era importante fino ad arrivare a nove per le residenze imperiali. Singolare è una cucina di palazzo con un solo drago. Non oso immaginare la qualità del cibo che veniva preparato lì dentro, ecco perché molti imperatori duravano poco…Quindi le stelle degli hotel o dei ristoranti attuali hanno preso spunto dai draghi cinesi? Mah, può darsi di sì come di no, pensatela come vi piace. Ora scusate ma devo andare ad intercettare un drago per farmi una bella doccia fresca. Alla prossima!

Share this Post