DoRa/ Ottobre 25, 2018

Quando leggiamo un libro seduti su una poltrona, in riva al mare o in una fresca pineta non ci sentiamo soli. La vita degli altri spalanca nuovi orizzonti e a volte ci indica strade. Conoscenza e piacere si intrecciano. Il libro è un oggetto prezioso che ci fa star bene e ci aiuta a stare al mondo.

La realtà contemporanea è in continuo cambiamento e in un modo così veloce da renderci confusi e a volte smarriti. I robot sostituiranno donne e uomini? La tecnologia muterà modi di pensare ed agire? Non in un futuro molto lontano perché è già l’oggi che avanza.

Una delle strategie che ci possono aiutare dato che i robot non sostituiscono emozioni e sentimenti è fare del libro un nostro maestro per cogliere dalla lettura le parole universali che ci fanno comprendere dove vogliamo andare. E sono parole come CURA, VICINANZA, ACCOGLIENZA, COMPASSIONE che si incontrano nelle autobiografie al femminile che leggiamo alla Biblioteca Rosta Nuova nel gruppo di lettura DoRa. Al contrario le parole che incombono nella contemporaneità sono parole quali MURI, RANCORE, VIOLENZA, RESPINGIMENTI.

In questa ottica DoRa organizza un evento per sabato 3 novembre al Rosebud in cui le scrittrici Margherita Oggero e Francesca Manfredi ci aiuteranno con le loro storie a capire il mondo in altro modo.

di Pina Tromellini

Share this Post