Associazioneviawybicki/ Novembre 21, 2018

Domenica 25 e lunedì 26 novembre si svolgeranno le elezioni per rinnovare i consigli degli istituti scolastici cittadini.Ogni consiglio rappresenta l’assemblea in cui i rappresentanti dei genitori, degli insegnanti e del personale tecnico ed ausiliario delle scuole dell’infanzia statali, primarie e secondarie di I grado che compongono un istituto discutono e deliberano su tutto ciò che attraversa la vita di ogni singola scuola: l’offerta formativa, gli eventuali problemi e le possibili iniziative per far crescere una comunità che è fatta di persone e relazioni vive, che vanno ben oltre le mura scolastiche.

I genitori e le insegnanti della Pezzani hanno fortemente voluto un seggio elettorale anche nella loro scuola, perché ogni diritto ha bisogno anche di un contesto per poterlo esercitare e così domenica mattina, dalle 8 alle 12, oltre a garantire volontariamente l’apertura della scuola, predisporranno anche un punto colazione con torte, salatini, the e caffè per sostenere l’umore e la partecipazione di chi passerà di lì anche solo per curiosare. Ma perché tanta dedizione? Lo abbiamo chiesto ad alcuni dei genitori che si sono candidati per il consiglio…

In tutta sincerità, dopo essere diventata rappresentante di classe non avevo intenzione di candidarmi.Ho partecipato alla riunione del consiglio per capire cosa vuol dire consiglio d’istituto, cos’è e che cosa fa. Una nuova scoperta per chi, come me, si affaccia per la prima volta nel mondo della scuola elementare.  Alla fine della riunione ho stravolto la mia idea iniziale, prima di tutto perché ci sono persone che hanno voglia di fare,  dal dirigente ai consiglieri uscenti,l’entusiasmo che si respirava ha coinvolto anche me. Mi sono candidata semplicemente perché credo che dare il proprio contributo alla comunità, in questo caso scolastica, sia un dono prezioso. [Gloria Morabello]

Perché mi (ri)candido? Perché ho tre figli, e non li abbiamo messi al Mondo per farli crescere da altri, con indifferenza. E dato che abbiamo scelto questo plesso per elementari e medie, ci siamo dentro da sette anni e ci saremo ancora per altri sei almeno, mi sembrava giusto portare il nostro contributo. Perché siamo già dentro a CiPì (l’associazione di genitori che tanto sta facendo perle nostre scuole), ma non basta.  Perché i tre anni scorsi in Consiglio sono andati molto bene, e vorrei che andassero bene anche i prossimi tre. Perché,ora che ho capito come funziona dopo il primo triennio, vorrei mettere la mia esperienza a disposizione degli altri genitori, in previsione di un ricambio necessario. E da ultimo, perché mi piacerebbe studiare con il Consiglio la possibilità di introdurre nel nostro plesso l’istituzione delle Case, come nelle scuole anglosassoni; perché penso che abbia una fortissima valenza psico-pedagogica e didattica. [Alberto Menozzi]

Mi candido perché credo nei progetti costruttivi e quando questi progetti hanno come protagonisti i nostri figli è bello essere in prima fila…essere parte e partecipare con loro nella realizzazione. [Annalisa Germinario]

Mi candido innanzi tutto perché ritengo importante essere parte attiva  in ciò che riguarda la vita dei nostri bambini. Spero che partecipare al consiglio di istituto mi permetta di capire e conoscere meglio alcuni dei meccanismi e delle dinamica della nostra scuola e spero di poter dare il mio contributo. Inoltre penso che sia importante cogliere l’occasione,  come genitori,  di aver voce nel dialogo con i dirigenti scolastici, il personale e gli insegnanti, in merito alle proposte che riguardano la vita della comunità scolastica. In ogni occasione di confronto c’è la possibilità di crescere e di imparare con gli altri e dagli altri anche per questo penso che sia bello partecipare [Claudia Storchi]

Mi candido, di nuovo, perché voglio continuare a fare “qualcosa di buono”. Sono soddisfatta del lavoro fatto in questo triennio dal Consiglio uscente sia per la nostra Scuola che per il nostro Istituto Pertini 2. Ho imparato tanto da tutte le persone che ho avuto il piacere di conoscere, è stato un bel gruppo di lavoro. E nel mio piccolo, ho portato a casa un “piccolo” successo: l’installazione delle LIM in quasi tutte le Classi della Pezzani, ne vado molto fiera. Successo che non sarebbe potuto accadere senza la preziosa collaborazione di tutti gli altri genitori (Claudia, Valeria, Vida, Miria, Ela, Andrea, ecc. ecc.) che, come me, ci credono e che hanno dato il loro contributo anche e soprattutto in occasione della vendita delle torte che ci ha permesso di comprare l’ultima LIM durante le vacanze estive. E’ stata una esperienza produttiva, arricchente, concreta e credo di poter spendere ancora le mie energie insieme agli altri genitori per un nuovo obiettivo, questa volta da definire insieme! [Monica Scarpello]

Mi candido come partecipante attiva alle iniziative di Cipi’ per dare un contributo, forte di varie esperienze di partecipazione, alla vita della scuola dei nostri bambini nei prossimi anni. E per accompagnare la crescita loro, del quartiere e della nostra comunità. Fra le altre cose, mi piacerebbe se potessimo promuovere sempre piu’, in Consiglio, l’idea di bambini e ragazzi quali cittadini della nostra comunità. Penso poi che dovremmo creare un rapporto più stretto e di raccordo con le famiglie della scuola. [Claudia Aguzzoli]

Share this Post