Eluccia/ Dicembre 21, 2018

Ho addobbato il mio albero di natale con stelline di pasta di sale. Non la facevo da molti anni, ma quest’anno me ne è tornata la voglia. Palline di vetro rosse, nastrini di seta dello stesso colore, piccoli led lampeggianti e stelline di pasta di sale di diverse misure.

È bellissimo il mio albero, con già alcuni regali allineati sotto!

Ho visto che già alcune decorazioni sono state appese all’abete della piazza così anch’io ne appenderò una, delle mie stelline, anche se prima del pomeriggio organizzato.

La mattina dopo, però, lo trovo già ricco di decorazioni, sontuoso, sentito, condiviso.

E allora mi avvicino con la curiosità di scoprire i disegni, i pizzi, le frasi di quegli scolari che ogni anno partecipano di quel rito di quartiere.

Oh oh oh! Buon Natale! E ricordate che Babbo Natale esiste!

Che bello! Penso sorridendo. Forse questo bambino immagina così Babbo Natale, o lo ha incontrato nei film e nei libri che ce lo presentano alle prese con le consegne, le preparazioni della slitta e la distribuzione del fieno a Rudolph ed alle altre sue renne, le raccomandazioni agli elfi, e ce ne ripropone l’ottimismo attraverso il suo segno più evidente, la risata.

Comunque è bello.

Perché sollecita ad avere fiducia, a continuare credere.

A continuare a credere nella speranza che sia possibile quella cosa che ci piacerebbe realizzata e a cercare di perseguirla.

Grazie dei tuoi auguri! Li ricambio di cuore.

Oh oh oh!

Share this Post