Eluccia/ Ottobre 25, 2019

Dunque, la farina ce l’ho, l’uvetta, i pinoli, il lievito… sì.

Gli ingredienti ce li ho tutti.

L’uvetta non mi piace tanto, ma non si possono fare le frittelle senza l’uvetta.

Dunque, proviamo a fare le frittelle di castagne.

Ho sempre detto che non mi piacevano, ma non le avevo mai assaggiate e, con l’autunno, mi vengono queste ubbie.

Ora che sto attraversando il mio di autunni, quello della stagione, quello fuori, dei gialli, dei rossi, degli ocra del parco, mi fa cercare sfumature che non avevo mai voluto guardare o di cui forse non mi accorgevo neppure.

Questo delle frittelle è proprio uno di questi particolari, piccolo, ma mi fa pensare, mi fa fare un bilancio, piccolo, che si aggiunge a tutti gli altri, che ogni giorno si fanno più intensi, profondi.

E mi prende una stanchezza …

É la voglia di letargo, forse, a cui vorrei abbandonarmi, mi dico, ma che nello stesso tempo mi immalinconisce. Come il profumo delle frittelle.

Forse ci devo mettere un po’di zenzero.

Share this Post