Cool Creative Common People

Mostra: 1 - 8 of 8 RISULTATI
Idee

Bibliocovid

UNO Come ogni cosa in questi mesi, anche la biblioteca vive un periodo di sospensione che sembra irreale, non vero. Molti di noi vivono o hanno vissuto il dramma della malattia, in prima persona o di riflesso, che ne fa un’esperienza molto concreta, tangibile. Quantificabile, potremmo dire. Ma la stragrande maggioranza delle persone si trova …

De Benedittis1
Senza categoria

Viva la svolazzappola!

Ma chi l’ha detto che i bambini non leggono, che stanno tutto il giorno incollati allo schermo dell’iphone o della tv? Che vogliono solo giocare a pallone o chattare con le amiche? Che quando vedono un libro scappano terrorizzati? Io non ci credo. Non tanto perché qualche statistica sembrerebbe dire il contrario (dalla Fiera del …

book
Senza categoria

Prestito libero

Forse non tutti sanno che, oltre alla biblioteca di piazza Neruda, esistono nel quartiere altre sei piccole biblioteche. Sono molto molto piccole e, ad essere sinceri, non sono nemmeno vere e proprie biblioteche. Sono nate qualche anno fa, quando proponemmo a una delle parrucchiere di via Wybicki di ritagliare nel suo negozio un piccolo spazio …

Senza categoria

I RACCONTI INFINITI

È sempre la stessa storia. Ogni volta che proponiamo ai ragazzi i classici, in biblioteca cala un vero silenzio da biblioteca. Certo, sarà pure per il fascino o la bravura di chi li racconta (una bambina ha scritto che Atena era impersonata da “una signora molto bella, con lunghi capelli rossi fuoco”) o degli insegnanti, …

dante
Senza categoria

Ma Dante ci è o ci fa?

Potrebbe accadere che i bambini scambino fischi per fiaschi, o parlino a vanvera, oppure che qualcuno di loro si metta a testa in giù per leggere i titoli dei libri alla rovescia. Di sicuro, quando capitano cose come queste, nella biblioteca di via Wybicki nessuno si stupisce. Perché in biblio siamo abituati a vedere il …

Senza categoria

L’Arte della Commedia

Perché a teatro ridiamo delle disgrazie degli altri? Perché, ha spiegato Antonio Fava – attore, regista e costruttore di maschere – ai ragazzi della primaria Pezzani, il personaggio che si agita e cade davanti a noi soffre al nostro posto. È un meccanismo che gli antichi conoscevano molto bene, che si chiama catarsi. Ed ora …